fbpx

Sfide di progettazione UX nel Metaverso

Plansoft contatti Redazione

UX nel Metaverso

Nel recente articolo sul nostro blog abbiamo affrontato il tema del futuro dei developer nel mondo del Metaverso.

I futuri lavori non riguarderanno solo lo sviluppo e la programmazione del software. Come in ogni nuova tendenza o cambiamento tecnologico, ci saranno nuovi lavori ad esso correlati, come ad esempio lo sviluppo di UX nel Metaverso.

Alcuni di essi saranno un’evoluzione delle attuali posizioni. Ad esempio, un copywriter e uno sceneggiatore potranno diventare i narratori del metaverso.

I designer di videogiochi invece potrebbero diventare i costruttori del mondo del Metaverso.

Un buon design è più importante che mai: le aziende si concentrano sempre più sull’accessibilità e sull’esperienza dell’utente. Per fornire un’esperienza di Metaverso perfetta, la progettazione assumerà un ruolo importante nel processo di creazione. Come la tecnologia, il design è in continua evoluzione, adattandosi alle nostre esigenze.

L’industria dei videogiochi, in particolare, sarà fondamentale per il Metaverso, sull’esempio dei giochi come Minecraft o Fortnite, che forniscono un alto livello di libertà durante il gioco.

Da alcuni, i giochi sandbox sono chiamati “Metaversi primitivi”. Grazie a questi videogiochi, si potrebbe già sperimentare, in prospettiva, come potrebbe essere il lavoro di Worldbuilders.

Pensiamo ai giochi di costruzione di città, come SimCity o Cities. Costruire l’intera città, pianificare e prevedere tutte le possibili problematiche cittadine, le relative soluzioni, ecc… Un vero e proprio costruttore del Metaverso.

Analizziamo dunque alcuni degli aspetti che saranno essenziali per creare una UX fluida e senza interruzioni.

Tipografia

Una delle cose più importanti sarà la tipografia.

Le lettere (comprese ad esempio quelle di questo articolo) sono progettate per essere visualizzate sulle superfici piane.

Con il metaverso e il 3D ci saranno invece punti di vista e prospettive infinite. Se ad esempio ti trovi “dietro” un testo, puoi comunque riconoscere la forma delle lettere e di alcune parole, anche se non si tratta di un’esperienza utente ottimale.

Si può sperimentare questo problema nella vita di tutti i giorni, basta semplicemente andare al negozio più vicino che abbia una qualche scritta sui vetri di ingresso, entrare dentro e provare a decifrare le scritte dall’interno.

Tipografia Metaverso

Una soluzione a questo tipo di problema potrebbe essere la scrittura asemica (dalla lingua greca “senza contenuto semantico specifico”).

Con la scrittura asemica il significato e l’interpretazione sono lasciati al lettore. In questo caso, la tipografia verrebbe sostituita da disegni o icone che sono disposte in modo appropriato e che possono assomigliare a un testo specifico.

Il più grande svantaggio di questa scrittura è la difficile comprensione e la corretta interpretazione, che dipendono molto spesso dalla conoscenza e dalle capacità dello stesso lettore.

Audio

Su Internet l’audio è un aspetto un po’ trascurato. Può avere un’importanza diversa, più o meno elevata, a seconda di chi sia l’utente. Contenuti diversi hanno inoltre una necessità diversa di un’audio di qualità. Tanto è vero che possiamo persino goderci Internet in assoluto silenzio.

Ma quali suoni dobbiamo aspettarci dal Metaverso?

Come accennato in precedenza, il Metaverso è qualcosa che trascende l’universo, dove la connessione sociale e le interazioni sono le cose più importanti.

L’audio può essere dunque davvero importante e spesso influisce sull’esperienza complessiva più dei video e delle immagini di alta qualità. Se non ci credi, controlla questo video https://www.youtube.com/watch?v=-PLMiA18tBc

Quando il Metaverso sarà una realtà quotidiana, tutti vorranno e saranno in grado di avere la voce di Morgan Freeman!

Audio Metaverso

Dobbiamo ricordare che la percezione del suono è una cosa davvero complessa.

Consente agli animali di cacciare, localizzare la preda o evitare i predatori; quando sentiamo qualcuno urlare, il nostro cervello interpreta questo suono come un primo segnale di pericolo.

La capacità di percepire e comprendere i rumori intorno a noi ci aiuta a determinare dove siamo. Nel Metaverso non si dovrà sottovalutare inoltre il potere della musica nell’influenzare i nostri stati d’animo e le nostre emozioni.

L’aspetto audio sarà anche un elemento fondamentale per la pubblicità e gli inserzionisti. Ormai sono realtà le scarpe Nike NFT; non è difficile ipotizzare suoni personalizzati per quando si “camminerà” nel Metaverso, in grado di renderle uniche ed esclusive.

Un ultimo e importante aspetto sarà infine quello dell’accessibilità: progettisti e creatori del Metaverso dovranno rendere inclusivo il “nuovo mondo” anche per le persone con disabilità uditive.

Navigazione e animazione UX nel Metaverso

La navigazione sarà un altro aspetto molto importante nel Metaverso.

Per “navigare” in Internet oggi tutto ciò di cui abbiamo bisogno è un mouse/touchpad e una tastiera. La navigazione nel Metaverso sarà tutta un’altra cosa.

La nostra testa controllerà la visuale, ma su cosa faremo affidamento per quanto riguarda il controllo, la prospettiva e le distanze da percorrere?

Il secondo elemento su cui designer e programmatori dovranno porre attenzione sarà l’animazione e la prevenzione della cinetosi. Senza trascurare il fatto che i visori sarebbero terribilmente scomodi, specie in una calda giornata estiva, e potenzialmente dolorosi per il collo.

Soluzioni come le lenti pancake potrebbero ridurre significativamente le dimensioni del dispositivo. Queste tipologie di lenti sono utilizzate in Project Cambria di Meta e Vive Flow di HTC.

Etica

Nel precedente nostro articolo sul blog abbiamo suggerito 3 probabili futuri lavori relativi al Metaverso, citati da Honeypot.io.

Una quarta e determinante figura, soprattutto in termini di etica e sicurezza, sarà quella di Metaverse Safety Manager. Tale persona dovrà prevedere con precisione come verranno utilizzate le funzionalità del Metaverso e interrompere tali azioni nel caso fossero improprie.

Dopo oltre 30 anni di Internet ormai tutti sanno che la rete non è un posto sicuro. Con il Metaverso non ci sarà niente di nuovo sotto questo aspetto, dovremo ancora continuare a proteggerci dai potenziali rischi di sicurezza dei nostri dati.

Altro discorso riguarda i comportamenti non etici o scorretti. Ad oggi, se qualcuno lascia un commento volgare o aggressivo in rete, gli strumenti che abbiamo sono quelli di nasconderlo, cancellarlo e bloccare eventualmente l’utente.

Nel Metaverso tuttavia la soluzione potrebbe non essere così semplice. Recentemente ci sono stati i primi casi di molestie nel mondo virtuale (questo un esempio https://www.cnbctv18.com/technology/woman-recalls-gang-rape-in-metaverse-concerns-grow-over-making-vr-platforms-safe-from-sexual-predators-12396992.htm).

Sarà dunque necessaria una particolare attenzione da parte dei progettisti per questo tipo di situazioni, potenzialmente molto rischiose. Dopotutto, il Metaverso è progettato con la finalità esplicita di non poter distinguere tra le esperienze virtuali/digitali e quelle reali.

"Sembra che siano le grandi aziende del settore tech a mostrare il maggior interesse nel Metaverso, con investimenti cospicui per il suo sviluppo. Non vogliono semplicemente guidarlo (come accaduto con l’era internet) ma possederlo e definirlo nei dettagli."

Conclusioni

Mettere le persone al centro dello sviluppo UI/UX non è mai stato così importante come lo sarà nell’imminente mondo del Metaverso. Per progettare il “nuovo mondo” occorrerà pensare all’esperienza utente non solo attraverso dispositivi esterni (mouse, tastiera, visore) ma come immersione totale, anche fisica, dentro al Metaverso.

I lavori del futuro sul Metaverso

Social Sharing

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.