Plansoft Storie: Andrea Amico, AI & Data Science

Plansoft contatti Redazione

Data Science Andrea Amico
“Intelligenza Artificiale, Big Data e Data Science!”

Continuiamo in questo articolo la serie di interviste Plansoft Storie con il collega Andrea Amico, data scientist in Plansoft.

“Ciao Andrea, potresti presentarti?”

Mi chiamo Andrea Amico, e sono un ricercatore, esploratore e viaggiatore nato ventinove anni fa a Firenze.

Qui sono cresciuto, ho studiato e conseguito il dottorato di ricerca in fisica.

Per questo mi considero un ricercatore ed un esploratore, oltre che uno specialista di Data Science. Infatti, sin da piccolo sono sempre stato attratto dai problemi difficili e dal tentare di risolverli: e la fisica fa questo, spiega la natura, come essa funziona.

Quindi come ricercatore mi sono specializzato nella ricerca sperimentale per studiare le basi della meccanica quantistica. Ho cominciato questo percorso attratto dalla promessa di diversità: ho sempre ricercato situazioni che potessero darmi la possibilità di cambiare ruolo.

Come fisico e ricercatore devi adattarti alle situazioni per risolvere i problemi: alle volte sei un elettricista, alle volte un idraulico altre volte un informatico.

All’informatica e alla programmazione vera e propria, che resta comunque una delle basi della conoscenza di un fisico al pari della matematica, dell’idraulica e di altre, mi sono avvicinato alle scuole medie grazie alla passione di un mio amico.

Nel corso del tempo ho sviluppato la mia conoscenza e competenza sul tema da solo, per poi ritrovarla all’Università dove l’ho applicata al controllo, all’automazione e all’analisi dei dati di laboratorio.

Inoltre, sempre durante gli anni universitari, ho cominciato ad appassionarmi all’AI ed alla robotica.

Questa passione è quella che mi ha portato oggi alla Plansoft. Durante la fine dei miei studi, grazie ad un evento postato su Facebook, ho partecipato alla conferenza sui Big Data e Machine Learning organizzata da Plansoft presso l’Aula Magna del Polo delle Scienze Sociali dell’Università di Firenze. Lì ho conosciuto il relatore, Andrea Barbieri, e poco tempo dopo sono entrato nel gruppo di lavoro sui Big Data e sul Data Science.

Data Science sulla neve
Data Science 2

Andrea, di cosa ti occupi in Plansoft?

In questo momento il mio ruolo è di studio e ricerca. In particolare, sto studiando il ruolo del Machine Learning e del Deep Learning sull’industria manifatturiera, con particolare attenzione alle principali applicazioni ed alluso vantaggioso che potrebbe derivare per le piccole e medie imprese.

Lo studio avviene sia a livello di desk – analisi della letteratura esistente nei suoi tre filoni principali (teorico, misto e applicato), sia a livello di sviluppo di algoritmi ML a scopo didattico.

In quest’ultimo caso, lo scopo è sviluppare un framework da poter riutilizzare su altri progetti.

Che cosa ti piace del tuo lavoro in Plansoft?

Come detto, mi sto occupando di ricerca e sviluppo sui temi del ML e DL.

Questo è quello che mi appassiona ma la cosa per me importante, che stimola la mia curiosità e voglia di esplorare, è l’autonomia che ho nel portare avanti il mio lavoro.

Non è solo una questione di indipendenza: per trovare nuove soluzioni a problemi complessi in modo efficiente, essere autonomo significa poter esplorare un’area vergine, un mercato nuovo che in Italia è appena agli inizi, quale è quello del ML/DL, e “farlo” per primi sviluppando soluzioni innovative da applicare all’industria manifatturiera di un certo tipo e alla maggioranza delle aziende italiane, le PMI.

Data Science 3

Scopri il team Plansoft.

Social Sharing

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *